Recent Posts

The Race Club, l'officina dei cocktail

Diego e Dario Ferracani, fratelli romani under 30, scommettono con originalità sulla loro startup. “Siamo giovani, ci piace sperimentare, creare e vogliamo affermarci nel settore del buon bere”. Il loro locale/officina in zona Colosseo, aperto dalle 18.00 fino a tarda notte, accoglie curiosi e appassionati di cocktail.

"The Race Club, abbiamo deciso questo nome per due motivi: perché arriviamo sempre di corsa e perchè ci piace l’assonanza con il mondo delle due ruote, la nostra passione. Da qui, l’idea di accogliere i nostri clienti in modo originale, li facciamo entrare in un’officina meccanica per un pit stop alternativo".

In effetti, all’ingresso si ha l’impressione di entrare in un’officina meccanica [con tanto di moto e chiavi inglesi alle pareti] ma, una scala porta a un piano inferiore e apre a uno scenario completamente diverso e inaspettato.

Un locale con due anime. Un bar segreto, con tanto di regole del Club [la nostra preferita recita “non vestirsi di corsa, rischi un lungo Pit Stop fuori”], ispirato agli speakeasy americani nati al tempo del proibizionismo. L’arredamento, infatti, è un mix influenzato dal mood domestico, vintage e retrò, unito al gusto personale dei due proprietari. Un contesto bizzarro, ma mai banale, dove trovano posto oggetti e mobili diversi [c’è anche un’altalena dondolante ancorata al soffitto a sottolineare un ambiente giovane e giocoso]. "Vogliamo che le persone si divertano entrando nel nostro mondo, staccando per un po’ gli occhi dal cellulare". Prodotti ricercati, distillati, birre artigianali, miscelanze, basi per analcolici. La particolarità nasce dalla sperimentazione: "Assaggiamo sempre in prima persona ogni nuovo cocktail, siamo i primi critici. Vogliamo portare la giusta attenzione al mondo del bere di qualità, offrendo prodotti meno commerciali e fatti da noi al 100%. Il sogno è racchiudere in un drink un’emozione, un’intuizione".

Cocktail originali e completamente homemade serviti “impacchettati” e belli da vedere anche durante la loro preparazione. Piccoli giochi di prestigio che seducono, una postazione bar illuminata con tanti led, bicchieri di varie misure, bottiglie, mixer, jigger e tutti gli strumenti del mestiere. Miscele particolari alle spezie [rosmarino, basilico, camomilla] e una grande attenzione alle novità provenienti dal mondo del beverage. Anche i grandi classici e gli analcolici sono rivitalizzati con un pizzico di sperimentazione "Perché ci interessa stupire i nostri clienti e migliorare sempre le preparazioni" dice Dario, il più piccolo dei due fratelli. A colpirci per la “mise en place” è il Jalapine Mute [vodka, sciroppo di lime, sciroppo di camomilla, ananans fresco, jalapenos e ginger beer ].

The Race Club è anche disponibile per feste e aperitivi privati. La programmazione prevede band live, dj set, burlesque ed eventi culturali. Nella “to do list” suggerita da Civico d.o.c.: provare il Rosmary Berry Pick [vodka, sciroppo al rosmarino, succo di lime e purea di fragole] e il Race Sour Club [vodka, cointreau, succo di lime, sciroppo di camomilla e basilico fresco] . Info su: facebook.com/theraceclubroma

Articolo scritto per Gino Magazine

Archive
Search By Tags

© 2016 by LE CIVICO lecivico@gmail.com